Una startup sconosciuta ingaggia un sosia di Snoop Dogg all’ NFT.NYC

All’ultima conferenza di New York sugli NFT di pochi giorni fa, un finto Snoop Dogg ha ingannato il pubblico per ore fingendosi il famoso rapper e scattando foto.

Jack Burke, direttore marketing di Fair.xyz, la società che ha avuto l’idea, ha detto al Guardian che la loro idea iniziale era quella di ottenere un sosia di Justin Bieber, ma hanno deciso che Snoop Dogg sarebbe stata una scelta migliore perché:

“Snoop è in realtà fortemente coinvolto nello spazio NFT e così è molto plausibile che si potesse avvicinare a NFT.NYC.” 

All’azienda Fiar.xyz sono bastati 2.000 dollari per ingaggiare un attore, registrato presso la NFT.NYC con le sole iniziali “CP”, truccarlo con baffi finti e carta nelle scarpe per farlo apparire più alto. Per poi, far quadrare i conti con una squadra organizzata: un membro della startup si è finto la sua guardia del corpo, un altro il paparazzo desideroso di portarsi a casa gli scatti del rapper, arrivato a destinazione con una Cadillac Escalade noleggiata per l’occasione per rendere la scena più credibile.

 Sul badge indossato dal finto rapper il nome riportato era corretto: Doop Snogg. Da un occhio distratto potrebbe esser facilmente scambiato per Snoop Dogg.

 Nonostante Fiar.xyz non abbia chiesto l’autorizzazione allo scherzo a Snoop Dogg, il rapper ha accolto con divertimento il gioco.

Snoop Dogg
Banksy Bruciato

Grazie per aver letto il nostro Articolo!

Clicca sull' icona per tornare alla home page