Owner “Burna” accidentalmente il suo Crypto Punk

Mentre cercava di svolgere il processo di “wrapping” del suo CryptoPunk, Brandon Riley ha accidentalmente inviato l’asset ad un burn address, cancellando definitivamente l’NFT della collezione CryptoPunks dal valore di 77 ETH (126.000$ circa) per sempre.

È stato inviato ad un burn address per essere distrutto definitivamente.

Su internet si leggono tante definizioni di “Wrapping” tra queste c’è quella che permette di costruire un progetto nft sopra ad un’altro progetto nft, in pratica come un Layer 2 sulla blockchain ma su un token.

Ma c’è una precisazione da fare, l’nft originale è avvolto (wrapped) ad un contratto sotto al secondo nft.
 
Ad esempio i Doodles sono wrappati agli Space Doodles, quindi quando vendi il tuo Space Doodle stai vendendo anche il tuo Doodle.
 
A quanto pare l’utente aveva deciso di ottenere liquidità per acquistare altri NFT tramite il suo CryptoPunk #685 utilizzando la tecnica nota come wrapping.
 
CryptoPunk

Mentre eseguiva il processo di wrapping del NFT, Riley ha accidentalmente inviato l’asset verso un burn address cancellandolo definitivamente.

CryptoPunk

Su twitter l’autore dell’operazione ha dichiarato:

“Non stavo wrappando questo punk per venderlo su Blur. Doveva essere il mio “punk per sempre”. Il numero è l’esatto contrario di quello della mia scimmia. Lo stavo wrappando solo perché avevo bisogno di prendere in prestito un po’ di liquidità”.

“Non avrei dovuto tentare di farlo da solo, credo”, è stato il commento di Riley a proposito dell’esperienza. Gli utenti hanno anche incolpato le interfacce utente confuse e le istruzioni complesse per la perdita dell’investitore.

Di conseguenza, la community ha concordato all’unanimità sulla necessità di rinnovare i processi front-end per gli ecosistemi di crypto.

Source: cointelegraph.com

Banksy Bruciato

Grazie per aver letto il nostro Articolo!

Clicca sull' icona per tornare alla home page