Ordinals: La comunità divisa sugli “artefatti digitali” simili a NFT su Bitcoin, cosa sono?

Ordinals protocol ha lanciato una specie di NFT sulla mainnet di Bitcoin.

Il protocollo, denominato “Ordinals“, è stato creato dall’ingegnere del software Casey Rodarmor, che ha lanciato ufficialmente il programma sulla rete principale di Bitcoin in seguito a un post sul blog del 21 gennaio.

il protocollo utilizza “iscrizioni” o contenuti arbitrari come testo o immagini che possono essere aggiunti a satoshi numerati in sequenza o “sats“(le unità più piccole in Bitcoin) per creare “artefatti digitali” unici che possono essere conservati e trasferito attraverso la rete Bitcoin come qualsiasi altro sat.

Il protocollo Ordinals quindi, sarebbe un sistema per numerare i Satoshi, dare un numero di serie ai singoli SAT e quindi tracciarli nelle transazioni. 

Nonostante gli oggetti da collezione digitali siano presenti su blockchain di Bitcoin dal 4 Dicembre 2012 (colored coins), alcuni non sono d’accordo con questa scelta per svariati motivi.

Tra questi c’è l’utente di Twitter “Bitcoin is Saving”, che ha sostenuto  il 29 gennaio:

“Le popolazioni emarginate dei Paesi in via di sviluppo dovranno pagare di più per far funzionare i loro nodi Bitcoin e inviare transazioni perché i privilegiati, bianchi e ricchi vogliono inserire JPEG sulla blockchain come status symbol.

Solo perché si può, non significa che si debba.”

Rodarmor ha spiegato che le strutture simili a NFT vengono create “iscrivendo” satoshi, la valuta nativa della rete Bitcoin, con contenuti arbitrari.

Questi satoshi iscritti, che sono rappresentati crittograficamente da una stringa di numeri, possono quindi essere protetti o trasferiti ad altri indirizzi Bitcoin, secondo le note nella documentazione tecnica di Ordinal:

“L’iscrizione viene eseguita inviando il satoshi da iscrivere in una transazione che rivela il contenuto dell’iscrizione sulla catena. Questo contenuto è quindi indissolubilmente legato a quel satoshi, trasformandolo in un artefatto digitale immutabile che può essere rintracciato, trasferito, accumulato, acquistato, venduto, perso e riscoperto.”

Le iscrizioni avvengono sulla mainnet di Bitcoin, non è necessaria alcuna sidechain o token separato, afferma il documento.

Attendiamo con ansia novità sul fronte Bitcoin e Ordinals. 

Ordinals

Source: cryptonomist.ch, cointelegraph.com, coindesk.com

Banksy Bruciato

Grazie per aver letto il nostro Articolo!

Clicca sull' icona per tornare alla home page