Il NYDFS addebita alle Società Crypto registrate nello stato i costi della supervisione e degli esami annuali.

Il Dipartimento dei Servizi Finanziari dello Stato di New York (NYDFS) ha dichiarato che inizierà a regolamentare le criptovalute registrate nello Stato tramite supervisioni annuali in cambio di tasse.

La nuova regola si applicherà alle entità che hanno già ottenuto la cosiddetta Bitlicense.

Il regolatore finanziario ha adottato questo regime normativo nel 2015, richiedendo alle imprese di criptovalute di soddisfare vari standard di capitalizzazione, protocolli antiriciclaggio e protezione della sicurezza informatica.

NYDFS

Ogni impresa pagherà le tasse cinque volte per anno fiscale (quattro liquidazioni trimestrali stimate e una basata sulle spese effettive). La normativa coincide con l’inizio dell’anno finanziario di New York (1° aprile) e la sua fine (31 marzo).

L’emendamento mira ad allineare maggiormente il settore delle criptovalute con gli istituti bancari e le compagnie assicurative, poiché sono obbligati a pagare tasse annuali al NYDFS in cambio della supervisione.

Eric Soufer – dirigente della società di consulenza Tusk Strategies – ha elogiato il NYDFS per il suo approccio al settore delle criptovalute, sostenendo che è tra i pochi a rendersi conto della necessità di una regolamentazione pertinente nel settore:

“Penso che l’industria riconosca che New York è l’unico Stato che regolamenta le criptovalute in modo completo e proattivo”.

L’autorità di regolamentazione aveva esortato le società che operano nello Stato a separare le criptovalute detenute dai clienti dalle proprie attività, poiché la commistione potrebbe comportare gravi perdite finanziarie.
Dovrebbero inoltre rilasciare registrazioni e mantenere una “chiara traccia di audit interno” per notificare ai clienti qualsiasi transazione che coinvolga i loro fondi.

Source: wsj.com, cryptopotato.com

Banksy Bruciato

Grazie per aver letto il nostro Articolo!

Clicca sull' icona per tornare alla home page