Nike genera 185 milioni di dollari di profitto tramite la vendita degli NFT

Nike genera più profitti di Gucci, Tiffany e Adidas messi insieme con gli NFT

Dal 2021 molti grandi marchi rinomati hanno messo a punto strategie per entrare nel mondo del Web3, ma Nike sembra dominare la scena. Dopo aver acquisito una società Web3, Nike ha rilasciato la sua collezione NFT inaugurale, i Cryptokicks, questo aprile. L’azienda americana di calzature sportive sa sicuramente come muoversi.

La prima collezione NFT in assoluto di Nike contiene 20.000 token non fungibili. Uno degli artisti contemporanei più acclamati dalla critica, Takashi Murakami, ha contribuito alla causa. Senza alcuna sorpresa, la sneaker Nike NFT disegnata dall’artista è stata venduta per $ 134.000 .

Inoltre, Dolce & Gabbana occupa il secondo posto nella classifica dei ricavi di NFT. Tuttavia, Dolce & Gabbana non ha nulla a che fare con  i numeri da capogiro generati da Nike, poiché D&G ha ottenuto solo un profitto di $ 25 milioni, più di 7 volte in meno rispetto Nike. Inoltre, D&G ha realizzato profitti con meno di 10.000 transazioni, mentre Nike può essere orgogliosa di 67.000 transazioni relative a NFT.

D’altra parte, TiffanyGucci e Adidas hanno tutte cifre a otto cifre, rispettivamente con $ 12 milioni, $ 11 milioni e $ 10 milioni. Se combinati tutti insieme, i primi 5 brand con accesso a Web3 costituiscono solo un terzo dei ricavi generati da Nike. Tuttavia, i Tiffany NFT sono relativamente nuovi e conquistare una sedia per la medaglia di bronzo così presto nel processo sembra promettente, poiché il profitto di $ 12.622.377 è stato realizzato in sole 74 transazioni.