L’IMF dichiara quanto l’IA impatterà i posti di lavoro nel prossimo futuro

L’intelligenza artificiale avrà un impatto significativo sul mondo del lavoro nei prossimi anni. Secondo un rapporto di Kristalina Georgieva del Fondo monetario internazionale (FMI o IMF in Inglese), pubblicato il 15 gennaio 2024, l’IA avrà un impatto sul 40% dei posti di lavoro nei mercati emergenti e sul 60% nelle economie avanzate.

Le professioni più a rischio di automazione sono quelle che richiedono attività ripetitive, routinarie e che possono essere automatizzate con l’uso di algoritmi e software. Tra cui:

  • Operatori di macchine e impianti
  • Lavoratori in produzione e assemblaggio
  • Operatori di call center
  • Addetti alla logistica
  • Addetti alle vendite
  • Addetti all’amministrazione

Tuttavia, l’IA non produrrà solo distruzione di posti di lavoro. Essa creerà anche nuove opportunità lavorative, soprattutto nei settori legati alla tecnologia, all’innovazione e alla creatività.

In particolare, l’IA richiederà nuove competenze, tra queste:

  • Capacità di pensiero critico e risoluzione dei problemi
  • Capacità di adattamento e flessibilità
  • Capacità di lavorare in team
  • Capacità di comunicare efficacemente

Per prepararsi all’impatto dell’IA sul mondo del lavoro, è importante che i lavoratori acquisiscano queste nuove competenze. I governi e le imprese hanno un ruolo importante da svolgere in questo processo, fornendo formazione e opportunità di sviluppo professionale.

Impara a muovere i tuoi primi passi sul Web 3.0 cliccando qui.

In conclusione, l’IA è una tecnologia che avrà un impatto significativo sul mondo del lavoro nei prossimi anni. È importante che i lavoratori siano consapevoli di questo cambiamento e si preparino ad affrontarlo.

IMF

IMF

Source: ansa.it, ilsole24ore.com

Banksy Bruciato

Grazie per aver letto il nostro Articolo!

Clicca sull' icona per tornare alla home page