Le Grandi Case Discografiche Intentano Cause Legali Contro le IA Suno e Udio per Violazione di Copyright Musicale

Alcune delle principali case discografiche hanno intentato cause legali contro i generatori di musica AI Suno e Udio per violazione del copyright, sostenendo che queste startup sfruttano le opere registrate di artisti come Chuck Berry e Mariah Carey. Le cause sono state annunciate dalla Recording Industry Association of America (RIAA) e coinvolgono etichette come Sony Music Entertainment, Universal Music Group e Warner Records. Una causa è stata presentata presso la corte federale di Boston contro Suno AI, mentre l’altra è stata intentata a New York contro Uncharted Labs, creatore di Udio AI.

COPYRIGHT

Le etichette discografiche chiedono un risarcimento di $150,000 per ogni opera protetta dal Copyright violata. I dirigenti della RIAA hanno dichiarato che questi servizi non autorizzati sfruttano il lavoro degli artisti per il proprio profitto senza consenso, ostacolando così l’innovazione genuina nell’ambito dell’IA musicale.

Il CEO di Suno AI, Mikey Shulman, ha affermato che la loro tecnologia è progettata per generare output completamente nuovi e non per memorizzare o riprodurre contenuti preesistenti. Ha inoltre dichiarato che Suno non permette agli utenti di fare riferimenti specifici ad artisti nelle loro richieste. Shulman ha espresso frustrazione per il fatto che le etichette non abbiano voluto discutere in buona fede, preferendo invece una risposta legale.

Udio non ha risposto immediatamente alle richieste di commento. Tuttavia, le accuse descrivono come le etichette abbiano generato musica simile a quella di artisti famosi usando le IA di Suno e Udio, citando esempi specifici come “Johnny B. Goode” di Chuck Berry e All I Want for Christmas Is You” di Mariah Carey.

La questione dell’IA nella musica è attualmente un argomento molto dibattuto: Recentemente, il Tennessee è diventato il primo stato degli Stati Uniti a promulgare una legge per proteggere i professionisti dell’industria musicale dai rischi dell’IA, vietando la replica della voce di un artista senza il suo consenso.

Source: theguardian.com, wired.com, apnews.com 

Banksy Bruciato

Grazie per aver letto il nostro Articolo!

Clicca sull' icona per tornare alla home page