La SEC Chiude le Indagini su Ethereum: ETH Non È una Security, Vittoria per Consensys!

La SEC ha recentemente deciso di chiudere le indagini su Ethereum, dichiarando che non può essere considerato una security. Questa decisione rappresenta una svolta importante per l’ecosistema di Ethereum e per il settore delle criptovalute in generale.

La società di sviluppo blockchain Consensys aveva fatto causa alla SEC ad aprile, dopo che l’agenzia aveva indicato che Ethereum poteva essere classificato come una security. La classificazione avrebbe imposto a Ethereum di sottostare alle leggi federali che regolano i beni finanziari, compromettendo il futuro dell’ecosistema.

Tuttavia, con l’avvento degli ETF spot su ETH, approvati preliminarmente, la situazione è cambiata. Consensys ha annunciato che la SEC ha archiviato la propria indagine su Ethereum 2.0, segnalando una vittoria significativa per il settore. Consensys ha comunicato su X che “Ethereum sopravvive alla SEC” e che ETH non sarà più considerato una security, neanche ipoteticamente.

Nonostante ciò, la SEC non ha confermato pubblicamente questa posizione. Un portavoce della SEC ha dichiarato a Cointelegraph che l’agenzia non commenta l’esistenza o la non esistenza di indagini in corso. Alcuni esperti legali ritengono che l’approvazione degli ETF spot su ETH non implichi necessariamente che ETH sia una commodity.

La lettera di Consensys afferma che l’approvazione degli ETF spot su ETH indica che la SEC ha aggiornato la sua posizione, classificando ETH come una commodity e non una security. Tuttavia, questa interpretazione non è stata ufficialmente confermata dalla SEC.

La chiusura dell’indagine è stata influenzata anche da pressioni politiche, con l’attuale amministrazione Biden che non voleva creare attriti con la comunità delle criptovalute, specialmente durante la campagna elettorale. In questo contesto, la SEC ha approvato le richieste per gli ETF spot su ETH, nonostante le precedenti preoccupazioni sulla classificazione di ETH come una security.

SEC

Consensys ha inoltre dichiarato che la loro battaglia continua, richiedendo una dichiarazione ufficiale che l’offerta del software MetaMask Swaps and Staking non violi le leggi sui beni finanziari. MetaMask è uno dei wallet più utilizzati per Ethereum, sviluppato da Consensys, il cui fondatore, Joseph Lubin, è anche uno dei co-fondatori di Ethereum.

Source: thecryptogateway.it, cointelegraph.com, cryptonomist.ch

Banksy Bruciato

Grazie per aver letto il nostro Articolo!

Clicca sull' icona per tornare alla home page