La rivista Esquire Italia organizza una mostra di NFT al Pitti Uomo

Gli NFT per la prima volta al Pitti Uomo

“C’è una grande fetta del mondo dell’arte che non è ancora in grado di capire il potenziale degli NFT. Credo che con il passare del tempo i pregiudizi cadranno e così anche la distinzione tra arte contemporanea e arte digitale”. A parlare è DotPigeon, l’artista NFT più conosciuto in Italia, protagonista della copertina dell’ultimo numero di Esquire Italia, in edicola da ieri. La portata rivoluzionaria degli NFT, sottolinea l’artista, non è soltanto nel mercato finanziario, ma anche nel nostro modo di esprimerci, in quello che possiamo creare con i mezzi che abbiamo a disposizione e nei nuovi significati che possono introdurre: “È un mondo nato nell’era dei network digitali, l’aspetto marketplace è quello che naturalmente salta più facilmente all’occhio. La vera figata è, in realtà, usare le potenzialità dell’NFT come medium creativo in sé, non so: produrre artwork che cambiano nel tempo, che mutano in base a condizioni esterne – l’andamento del mercato stesso, per esempio – o che si auto-generano. Lo specifico di queste tecnologie è uno degli aspetti eccitanti, non replicabile con altri mezzi, mai preso veramente in considerazione quando se ne parla in termini giornalistici”.

Cover Magazine

Esquire, invece, lo prende in considerazione, e proprio per questo porta al prossimo Pitti Uomo, dal 14 al 17 giugno, un programma che si pone la domanda Who are we? Redefining our identities, perché gli NFT, la blockchain e il metaverso stanno cambiando, in modi ancora poco prevedibili, molti dei mondi che conosciamo, dall’arte alla moda, dalla finanza alla semplice vita quotidiana. In questo programma sono previsti dei talk e una mostra di NFT, le cui opere andranno a un’asta digitale alla quale possono partecipare tutti, ma andiamo per gradi.

Who are we? Redefining our identities è la mostra internazionale nata dall’iniziativa di quattro edizioni di Esquire, USA, Germania, Spagna e Italia, ciascuna delle quali ha chiesto un lavoro a un artista, opera diventata poi una copertina. La nostra cover di DotPigeon in edicola da oggi è una di queste. Il Balaclava Boy si presenta ancora una volta come un teppista mascherato pronto a spaccare tutto. Gli Stati Uniti hanno scelto l’artista di origini cubane CB Hoyo, la cui ricerca artistica è fortemente incentrata sulla satira; la Germania propone Pascal Möhlmann, il cui manifesto spiega tutto della sua estetica New Beauty with Punk Rock Attitude; la Spagna, infine, ha scelto SixNFive, artista digitale dall’estetica più minimalista. Ciascuna di queste cover è poi diventata un’opera NFT, che sarà in mostra negli spazi del Cavedio in Fortezza da Basso durante i giorni di Pitti Uomo. Si inaugura all’apertura di Pitti, il 14 giugno. Non è finita, perché ogni cover sarà venduta a un’asta digitale realizzata con il sostegno di SocialIdea. Tutti i dettagli sull’asta sono qui.

Talk

Il programma del Talk

Per capire un mondo così complesso, che per di più cambia in fretta, bisogna guardarsi negli occhi, parlarsi. Una mostra è una suggestione, un invito a entrare in un mondo nuovo, ma forse non basta. Ecco perché Esquire ha pensato anche a una serie di talk, che si terranno sempre negli spazi del Cavedio il 14 giugno. Ecco il programma:

12:00 si apre la mostra di NFT, il direttore di Esquire Italia Massimo Russo dialoga con i direttori delle altre edizioni di Esquire che partecipano all’iniziativa. Per gli Stati Uniti ci sono Michael Sebastian, Editor in Chief e Nick Sullivan, Creative Director; per la Germania interviene Alexandra Link, Deputy Editor in Chief Digital; per la Spagna c’è Jorge Alcalde, Editor in Chief

12:30 non potevamo non coinvolgere direttamente DotPigeon, insieme alla galleria Plan X che lo rappresenta, con Marcello Polito e Nicolò Stabile in dialogo con Arturo Galasino, direttore generale di Palazzo Strozzi a Firenze, che proprio in questi mesi ospita una mostra sugli NFT, Let’s get digital!

12:45 talk con Augusto Capitanucci, regional director di Hublot, uno degli sponsor che hanno reso possibile tutto ciò, con il quale si parlerà di lusso e metaverso

dalle 13:15 cocktail, perché ci sono il digitale e il metaverso, ma si dovrà pur mangiare (e bere)

15.00 talk finale con lo sponsor CallagHan, durante il quale si parlerà degli NFT nel mondo della moda

Il programma dei talk si potrà seguire anche in live streaming sul profilo Instagram ufficiale di @esquireitalia, nelle Stories e su IGTV.

 

Per la realizzazione del programma di eventi a Pitti Uomo Esquire Italia ringrazia gli sponsor HublotKNT – Kiton New TexturesHènopeCallagHan. NFT powered by SocialIdea.


Risorsa di questo articolo: Esquire Italia

Il team di Blockchain Leaks sarà presente all’evento perchè pensiamo che il mondo del fashion e del design sono molto sinergici con il mondo del web3 oltre all’aspetto finanziario e speculativo. Il mondo della blockchain è assolutamente compatibile con questi settori perchè ha la possibilità di aprire panorami mai visti e pensati fino ad ora. Una vera rivoluzione sociale e tecnologica che sta colpendo piano piano tutti i settori, vedremo cosa riserverà il Pitti Uomo 2022.

Banksy Bruciato

Grazie per aver letto il nostro Articolo!

Clicca sull' icona per tornare alla home page