La prima collezione NFT di National Geographic

National Geographic, una stimata rivista incentrata sulla natura, rilascerà una raccolta di 1.888 articoli con 118 edizioni di immagini di 16 artisti.

National Geographic è probabilmente una delle riviste di fotografia più conosciute al mondo.

 Lanciato nel XIX secolo, ha più di 40 milioni di lettori in tutto il mondo. 

La sua linea editoriale ruota attorno alla natura e alla sua conservazione, scoperta e storia; sempre accompagnata con magnifiche foto.

National Geographic ha scelto Polygon (MATIC) per il nuovo progetto NFT.

Nat Geo ha collaborato con Snowcrash, l’hub artistico NFT, che riunisce la comunità Web3 tramite esclusivi drop NFT e attività di studio creativo.

National Geographic GM: Daybreak Around the World è composto da 1.888 opere d’arte NFT, per commemorare l’anno della sua fondazione. 

La collezione NFT contiene 16 immagini di 16 rinomati fotografi e artisti digital.

Le 16 immagini del sole in tutto il mondo sono alterate in 118 modi diversi, rendendo la stessa grafica leggermente diversa l’una dall’altra.

Il prezzo al Minting è di 215 MATIC (185 Euro circa).

Dopo alcune lamentele sull’inquinamento degli NFT da parte di alcuni utenti su Twitter, alcuni artisti sono venuti a sostenere il progetto, tra questi, Ryan Hawthorne che ha scherzato sulle “ persone che odiano ciò che non capiscono ”. O l’anonimo co-fondatore del progetto Ethereum NFT Deadfellaz che si è lamentato del fatto che ” la maggior parte degli utenti di Internet critica senza chiedere informazioni” .

National Geographic

Source: investing.com, journalducoin.com

Banksy Bruciato

Grazie per aver letto il nostro Articolo!

Clicca sull' icona per tornare alla home page