Il prezzo dei NFT di DigiDaigaku aumenta dopo l’ad del Super Bowl da 6,5 ​​milioni di dollari

DigiDaigaku

Il Super Bowl di domenica sera non ha mandato in onda alcuna pubblicità di criptovaluta , invece una raccolta di NFT, DigiDaigaku, è riuscita ad intrufolarsi ed aggiudicarsi uno dei costosi spot commerciali e sta vendendo a bomba sul mercato secondario.

Il Super Bowl è una partita annuale del campionato della National Football League (NFL) negli Stati Uniti, giocata tra i vincitori delle conferenze AFC e NFC. È uno degli eventi televisivi più seguiti al mondo ed è diventato un fenomeno culturale, con il suo halftime show, gli spot pubblicitari e le feste.

La partita si gioca la prima domenica di febbraio e ha una storia ricca di momenti emozionanti, giocatori leggendari e performance memorabili.

La squadra vincitrice viene premiata con il Vince Lombardi Trophy, dal nome dell’allenatore dei Green Bay Packers, che vinse i primi due Super Bowl negli anni Sessanta.

DigiDaigaku si tratta di un progetto NFT della società Web3 Limit Break che ha mandato in onda un annuncio pubblicizzando un mint gratuito di una della sua collezione di Dragon Eggs durante la partita.

Scansionando un codice QR, gli spettatori potevano coniare il “collezionabile digitale” gratuito come pubblicizzato nello spot.

DigiDaigaku

Nonostante i token in sè non costassero nulla, il loro valore sul mercato secondario è aumentato vertiginosamente dopo il loro annuncio di domenica sera. 

Attualmente il Floor Price ( il prezzo minimo per aggiudicarsi uno di questi NFT) è di 8,34 ETH, ovviamente al momento della stesura del articolo, e sono esattamente $13.010,84.

A novembre, Limit Break ha dichiarato di aver acquistato l’ambito slot da 30 secondi per 6,5 milioni di dollari per aiutare i giocatori a bordo del suo gioco DigiDagaku, che è aperto ai possessori dei token nelle sue collezioni.

Source: coindesk.com

Banksy Bruciato

Grazie per aver letto il nostro Articolo!

Clicca sull' icona per tornare alla home page